Il mare sostenibile di Slow Fish a Genova dall'1 al 4 luglio

di Andrea Begnini

30/06/2021

Immagine tratta dalla pagina Facebook di Slow Food Events - Slow Fish

Secondo la FAO, il 33% delle specie ittiche di interesse commerciale sono sovrapescate o prossime all’esaurimento, un altro 60% sono ai limiti della sostenibilità. Attualmente, i pesci selvatici catturati nel mondo ammontano a 90,9 milioni di chili all’anno. “All’eccessiva pressione di pesca si aggiungono altre concause, quali le alterazioni di tipo climatico e chimico-fisico e più in generale tutte le alterazioni degli ecosistemi, che si traducono sempre in perdita di biodiversità. Nel mondo, oltre 3 miliardi di persone dipendono dalla biodiversità del mare e delle fasce costiere per la propria sussistenza e a livello globale si stima vi siano approssimativamente 37 milioni di pescatori di piccola scala, concentrati soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Le risorse marine direttamente e indirettamente forniscono impiego a circa 200 milioni di persone”. E con questa consapevolezza che si presenta a Genova anche quest'anno Slow Fish, per scoprire aziende, consumatori consapevoli, pescatori e organizzazioni che “mostrano come possiamo continuare a disegnare un mare pieno di biodiversità, più sano, più ricco”.

La manifestazione è organizzata da Slow Food con Regione Liguria a Genova dall'1 al 4 luglio: “Abbiamo già cominciato a scaldare papille e fornelli e non ci fermeremo se non quando questa edizione straordinaria di Slow Fish sarà giunta al termine”. Oltre a parlare degli ecosistemi acquatici e della biodiversità è anche l'occasione per imparare degustando, attraverso momenti conviviali e corsi di cucina, sia in presenza che in digitale. Il tema dell'edizione 2021 è I cicli dell'acqua. Si può prenotare consultando il programma completo su www.slowfish.it.

Ci sono La palamita, pesce pregiato e sostenibile e Del pesce non si butta via nulla. Una cena sugli scarti ittici (venerdì 2 luglio h 20) con Marco Visciola, Jacopo Ticchi della Trattoria da Lucio di Rimini, impegnato in una cena no waste a quattro mani: il primo noto, tra l'altro, per la sua finanziera di mare e il secondo per il suo obiettivo di recupero dei cosiddetti scarti ittici trasformati in manicaretti frollati, marinati, stagionati. Seguirà La cozza selvaggia e i prodotti delle pialasse ravennati (sabato 3 luglio h 20) con lo staff di cucina di Slow Food Ravenna con il cuoco gastronomo Pierangelo Orselli che raccontano le pialasse, zone umide di importanza internazionale che fanno parte del Delta del Po, le tradizioni di pesca e le caratteristiche della gastronomia del territorio. Poi Il Mediterraneo: un progetto collettivo etico e di cucina (domenica 4 luglio h 20) con donne e uomini che hanno costruito «la nostra storia come abitanti del Mediterraneo». Appuntamento a Tavola con Marco Ambrosini di 28 posti bistrot di Milano e uno dei cuochi di Collettivo Mediterraneo, un progetto di inclusione sociale e culturale. Prima di Genova in presenza, ecco In cucina con Slow Food che propone in streaming corsi di cucina con “una lezione di geografia, storia, sostenibilità, un modo per maturare e potenziare scelte alimentari consapevoli e ragionate, grazie ai saperi delle cuoche e dei cuochi dell'Alleanza Slow Food”. Tra i cuochi Pamela Veronese, del ristorante Osteria Arcadia di Santa Giulia (Rovigo), per scoprire come eseguire uno spunciotto di alici fritte, come va di moda in veneto: a scotadeo. 

La manifestazione per la prima volta penetra nella città coinvolgendo non solo l'area del Porto Antico, ma vie e piazze del centro cittadino come piazza De Ferrari, piazza Matteotti, piazza della Vittoria. Basta lasciarsi guidare negli itinerari cittadini alla ricerca di Casa Slow Food, gli stand della Chiocciola allestiti nelle quattro piazze in cui si possono acquistare i prodotti presenti con i Mercati della Terra; degustare con l'Enoteca e i Laboratori del Gusto; imparare con le attività di educazione per bambini e famiglie; conoscere Slow Food a partire dalle Condotte locali, i gruppi di soci che in ogni angolo del mondo organizzano momenti di approfondimento e conoscenza durante tutto l'anno.
 

Tag:  biodiversitàpesca sostenibileSlow FishSlow food

Sigla.com - Internet Partner
Condividi linkedin share facebook share twitter share