La rivoluzione circolare firmata Terra di Tutti

di Andrea Begnini

07/12/2021


Terra di Tutti nasce nel 2018 grazie al contributo della Cooperativa Sociale Odissea di Capannori e diventa operativa nel 2019 con l’obiettivo di sostenere l’artigianato e il suo saper fare… il tutto, producendo economia circolare a partire da materiali e prodotti scartati dalle aziende o dalla comunità.
L’obiettivo principale è quello di tessere relazioni tra le imprese e le persone del territorio per contribuire a creare una filiera virtuosa orientata a minimizzare gli scarti e gli impatti ambientali, trasformando un potenziale danno per l’ambiente in nuovi oggetti utili e belli. In questo senso, le prime attività avviate dall’impresa sociale hanno riguardato lo sviluppo di laboratori artigianali interculturali e di riuso creativo con il coinvolgimento di migranti, operatori sociali e artisti. Successivamente, Terra di Tutti ha cominciato a partecipare a fiere ed eventi e a sviluppare collezioni personalizzate per le realtà del mondo profit e non-profit come Emergency e Amnesty International. Nell’agosto 2019, viene inaugurato il laboratorio di produzione suddiviso in tre aree: sartoria, stamperia/serigrafia e restauro del legno. Mentre, a partire da settembre dello stesso anno, Terra di Tutti collabora con il Laboratorio di Design per la Sostenibilità dell’Università di Firenze.

Le aziende e le attività commerciali possono donare i propri scarti, le persone quello che non usano più, quindi le associazioni e i designer si attivano per proporre forme di collaborazione e, soprattutto, gli artigiani hanno la possibilità di trasmettere i segreti del loro lavoro nel rispetto dell’ambiente. I laboratori sviluppano progetti personalizzati per privati e aziende mettendo in collegamento il settore profit e l’impresa sociale. A partire dalle attività di stampa con le collezioni delle carte e dei tessuti realizzate con matrici in legno che consentono di semplificare la produzione, pur mantenendo la diversità e l’unicità di ogni singolo oggetto. La sartoria è, invece, il luogo della trasformazione dei tessuti e uno dei punti di forza di Terra di Tutti: abili mani, provenienti da ogni luogo del pianeta, che parlano la stessa lingua per realizzare abiti, accessori e ogni sorta di creatività. Il laboratorio di restauro del legno, infine, recupera sedie in disuso, mobili fuori moda e altri oggetti a fine vita: verniciature antiche a base vegetale e pigmenti naturali sono la base per la realizzazione di arredi, ma anche per piccole riparazioni, oggetti in serie e prototipi aziendali che definiscono, una volta per tutte, la creazione di oggetti e non di cose.

Per saperne di più consultare il sito ufficiale della cooperativa.
 

Tag:  economia circolarericiclo creativoriusoTerra di Tutti

Sigla.com - Internet Partner
Condividi linkedin share facebook share twitter share