Un laboratorio di eco-design per riformulare il rapporto con la plastica

di Andrea Begnini

18/08/2021


Un laboratorio pensato dai giovani e per i giovani dove economia circolare, ecologia e design si incontrano trasformando i rifiuti di plastica abbandonati sulle spiagge di Acciaroli e Pioppi (e non solo) in nuovi oggetti di design. È il Philosophy Mediterranean Eco-Design Lab, il nuovo progetto ideato e co-creato dal Comune di Pollica e Future Food Institute, in collaborazione con il Forum dei Giovani di Pollica, che è stato inaugurato prima di Ferragosto al porto di Acciaroli.

“In completa linea con la Dieta Mediterranea, che indica uno stile di vita sano in perfetta armonia con il territorio ospitante - dichiara Sara Roversi, Presidente del Future Food Institute - questo laboratorio ha non solo l'obiettivo di dare alle nuove generazioni gli strumenti per trasformare il grande problema della plastica che deturpa le spiagge del Mediterraneo in nuovi oggetti ad alto valore aggiunto, ma anche di educare la comunità intera sui temi della vita circolare, catalizzando la creatività e la sensibilità dei più giovani rispetto alla salvaguardia dell'ambiente in un oggetto utile, innovativo ed educativo. Questo laboratorio è un altro esempio dell'impegno di Future Food Institute nel formare le nuove generazioni e cresce con la comunità rigenerando l'ambiente e la comunità, dando vita a una prosperità diffusa, e questa volta lo facciamo utilizzando un filo che metaforicamente lega tutto con tutto il resto, e tramite un atto ecologico che genera bellezza e valore aggiunto da ciò che avrebbe provocato danni ai nostri ecosistemi”.

In occasione dell'inaugurazione, Future Food Institute e Comune di Pollica hanno lanciato una Call for Projects, una competizione alla quale potranno aderire tutti gli studenti delle Scuole superiori e degli Its italiani, volta a premiare i migliori progetti di design capaci di dare nuova vita agli scarti e le plastiche che inquinano i nostri mari, conciliando salvaguardia per l'ambiente e rigenerazione del territorio. Ai vincitori, che verranno annunciati il 16 novembre, data dell'anniversario dell'iscrizione della Dieta Mediterranea alla Lista dei Patrimoni Mondiali Unesco, sarà data l'opportunità di partecipare a una settimana di formazione intensiva basata sull'apprendimento esperienziale, intorno ai temi della Dieta Mediterranea, dell'ecologia Integrale e della rigenerazione presso la sede del Paideia Campus, a Pollica, inaugurata lo scorso 22 maggio. 

Il Philosophy Mediterranean Eco-Design Lab rientra nel progetto più ampio di Pollica 2050, nato con l'intento di creare un modello virtuoso di rigenerazione territoriale, pensato soprattutto per le nuove generazioni, per far fronte allo spopolamento dei borghi e delle zone rurali, patrimonio da tutelare e tramandare e terra da scoprire e vivere. 
 

Tag:  Dieta MediterraneaDieta mediterranea patrimonio UnescoEco-designeconomia circolareFuture Food InstitutePaideia CampusPhilosophy Mediterranean Eco-Design LabPollica

Sigla.com - Internet Partner
Condividi linkedin share facebook share twitter share